I tagli per chi ha pochi capelli

A molti uomini ad un certo punto della vita capita di cominciare a perdere i capelli, fenomeno che può avere diverse cause, per le quali possono anche esserci delle soluzioni, ma se non dovessero rivelarsi efficaci, bisognerà fare i conti con la necessità di trovare un taglio adatto alla situazione dei propri capelli, in particolare in base alle zone della testa che risultano più scoperte o completamente glabre.

Fortunatamente, esistono molte alternative in questo senso, e andremo a vedere in questo articolo alcuni dei tagli più popolari per chi ha pochi capelli, oltre ad elencare alcune delle cause che portano alla loro caduta.

Perché cadono i capelli?

Come abbiamo accennato, le cause della caduta dei capelli negli uomini può avere molteplici cause, che possono portare ad una perdita di capelli reversibile o irreversibile.

Ad esempio, può succedere che si assista ad una perdita di capelli più abbondante del normale in periodi di forte stress, oppure mentre si stanno svolgendo determinati trattamenti medici o assumenti certi tipi di farmaci.

In questi casi, quando la situazione si assesta o si sospendono i trattamenti medici, la caduta anomala dei capelli si arresta, e si ritorna alla condizione abituale.

È anche molto frequente che in concomitanza del cambio di stagione si assista ad una considerevole caduta di capelli, che ha generalmente delle cause ambientali, come l’esposizione prolungata dei capelli ad agenti che ne indeboliscono i bulbi, come inquinamento, sole, vento o salsedine.

Tuttavia, la causa principale per cui i capelli cadono è la cosiddetta alopecia androgenetica, che colpisce circa il 70% degli uomini fra i 20 e i 60 anni, ed ha cause genetiche, e quindi si può facilmente capire se si avrà la tendenza a perdere i capelli osservando quanto è successo al proprio padre e ai propri nonni.

Andando più nello specifico, nelle persone affette da alopecia androgenetica è anomala l’attività di un enzima chiamato 5-alfa-reduttasi, che trasforma il testosterone in diidrotestosterone, ormone che va a restringere il bulbo pilifero e ad indebolire il capello, causandone la caduta.

Come abbiamo accennato, ci sono diverse soluzioni per arrestare la caduta dei capelli e rinforzarli, e nei casi più gravi è consigliato rivolgersi ad un medico per trovare la soluzione più adatta al proprio problema.

In ogni caso, non ci soffermeremo qui ad elencare i vari rimedi per la perdita di capelli, ma andremo invece a vedere quali sono alcuni tagli che si possono sfoggiare quando si hanno pochi capelli.

I migliori tagli per chi ha pochi capelli

I migliori tagli per chi ha pochi capelli

Quando si va a scegliere un taglio di capelli nel tentativo di camuffarne la caduta, bisogna innanzitutto considerare qual è la condizione della propria capigliatura, in modo da non andare a rendere ancora più visibili eventuali chiazze con meno capelli.

Ad esempio, se il problema è una stempiatura accentuata, questa può essere gestita con un buzz cut, un taglio cortissimo, che però non arriva al livello della rasatura completa a pelle, che invece è più indicata per chi ha delle zone della testa completamente glabre.

Quest’ultimo taglio è certamente audace e può essere intimidatorio agli inizi, ma va ad eliminare la necessità di dover ricorrere ad acconciature tappabuchi da tenere sempre sotto controllo.

Altrimenti, negli ultimi anni sono diventati sempre più di moda i tagli sfumati, che hanno il grande vantaggio di poter essere personalizzati in quanto a lunghezza secondo i gusti e le esigenze di chi li porta, e possono essere molto utili a nascondere un inizio di calvizie, anche per chi ha un’attaccatura dei capelli sfuggente.

Allo stesso modo, molti uomini cercano di nascondere la stempiatura pettinando i capelli all’indietro, un’ottima soluzione che prevede uno styling facile e veloce, anche se bisogna fare attenzione a non abbondare troppo con le dosi dei prodotti per lisciare e fissare i capelli, in modo da evitare che questi sembrino sporchi.

Chiaramente, va anche considerato che i tagli che abbiamo elencato nelle righe precedenti possono essere più o meno adatti anche in base alla forma del viso, alla tipologia del capello e allo stile che si è soliti portare anche nell’abbigliamento.

Dunque, se siete alla ricerca di un taglio per nascondere gli inizi della calvizie, la soluzione migliore è quella di consultare il vostro barbiere per trovare il taglio più adatto a voi!

About Author /

Leave a Comment

Your email address will not be published.

WC Captcha 6 + 4 =

Start typing and press Enter to search