Come scegliere il dopobarba

Nella routine di rasatura ci sono molti prodotti da utilizzare per prendersi cura della propria barba e della propria pelle, e tra questi troviamo senza dubbio un classico intramontabile, ovvero il dopobarba.

Anche se oggi abbiamo a disposizione moltissimi altri prodotti da utilizzare prima, dopo e durante la rasatura, il dopobarba rimane comunque il miglior alleato di tutti gli uomini per lenire le irritazioni port-rasatura.

In commercio, però, sono disponibili davvero moltissimi dopobarba diversi, e la scelta può essere tutt’altro che semplice. Per questo, in questo articolo andremo ad elencare le varie caratteristiche da tenere in considerazione quando si sceglie il dopobarba da acquistare.

Quali sono i tipi di dopobarba

Quali sono i tipi di dopobarba

Quando si va a scegliere un dopobarba, bisogna come prima cosa considerare che questo tipo di prodotti si divide in tre tipologie diverse: le lozioni, i balsami e i gel.

I dopobarba sottoforma di lozioni sono i più famosi e tradizionali, che avremo sicuramente visto utilizzare ai nostri padri e ai nostri nonni e di cui ricorderemo senza dubbio il profumo, anche perché si tratta dei prodotti che hanno le profumazioni più intense, oltre ad un’ampia scelta per quanto riguarda le essenze.

La particolarità di questi dopobarba è che contengono alcol, che ha quindi un’azione disinfettante sugli eventuali tagli che si possono verificare facendosi la barba e un’azione astringente per le pelli grasse, ma può invece essere meno indicato in altri casi, come vedremo più avanti.

I balsami oggi sono più utilizzati rispetto alle lozioni, in particolare perché hanno un’azione più idratante e lenitiva, più adatta alle pelli sensibili rispetto ai prodotti contenenti alcol. Inoltre, sono i prodotti migliori per proteggere la pelle dall’azione negativa di smog e agenti atmosferici, e hanno profumazioni meno intense rispetto ai dopobarba tradizionali.

L’ultima tipologia, quella dei gel, è particolarmente consigliata per chi ha una pelle molto secca e sensibile, poiché questi prodotti vanno ad idratarla e dare un senso di freschezza, che quindi lenisce la sensazione di bruciore e pizzicore successiva alla rasatura, evitandone anche i rossori.

La scelta del dopobarba: cosa considerare

La scelta del dopobarba cosa considerare

A parte la tipologia di prodotto, che abbiamo visto nel paragrafo precedente, nella scelta del dopobarba è necessario tenere in considerazione anche altri elementi, primo fra tutti la tipologia della propria pelle.

Infatti, in base alle caratteristiche della pelle del viso ci saranno dei prodotti più o meno indicati, come ad esempio accade per la pelle secca, per la quale è sconsigliato l’uso di soluzioni a base di alcol, che andrebbero a peggiorare la situazione, mentre è più consigliato usare balsami o gel con azione idratante.

La pelle grassa, invece, è dovuta ad una produzione eccessiva di sebo, e negli ultimi tempi molte persone si sono trovate a dover affrontare questo problema a causa dell’uso prolungato delle mascherine, che hanno lasciato traspirare meno la pelle del viso.

Per chi ha una pelle grassa vale il contrario di ciò che abbiamo appena detto, e quindi sono più consigliate le lozioni a base alcolica, che hanno quindi un effetto astringente.

Chi ha una pelle particolarmente sensibile, invece, oltre a considerare la tipologia di dopobarba che va a scegliere dovrà esaminarne attentamente anche la composizione, cercando di evitare ingredienti che possono provocare irritazioni o reazioni allergiche.

In questi casi, è consigliato optare per le formulazioni con ingredienti naturali, che generalmente sono meno aggressivi sulla cute, ed evitare le lozioni a base di alcol, e dunque optare per i gel, consigliati anche se si soffre di acne per il loro effetto antisettico.

Altri elementi che si possono valutare, poi, sono negli ingredienti che vanno a comporre la singola formulazione del prodotto. Ad esempio, molti dopobarba possiedono degli oli vegetali lenitivi come estratti di aloe, malva o calendula, che vanno ad evitare tutti i fastidi successivi alla rasatura, e generalmente i prodotti di più alta qualità non contengono ingredienti dannosi come possono essere i siliconi o i parabeni.

Altri prodotti hanno poi un’azione più rinfrescante e tonificante grazie agli estratti di the verde, eucalipto o mentolo, mentre ingredienti come la glicerina o altre sostanze grasse vanno ad idratare la cute in profondità.

In base a tutti questi elementi, dunque, dovrebbe essere piuttosto facile poter avere una direzione verso la quale orientarsi quando si deve scegliere il dopobarba da usare.

About Author /

Leave a Comment

Your email address will not be published.

WC Captcha 52 − = 45

Start typing and press Enter to search