Curare la barba a chiazze con l’olio di ricino

Tra le tendenze più stabili degli ultimi anni per quanto riguarda la moda uomo c’è quella di farsi crescere la barba. Nel 2021 farsi crescere una barbetta incolta, lunga, folta o con baffi potrebbe essere una buona idea per dare una svolta al proprio look e rivoluzionare una volta per tutte la propria immagine.

Sebbene possa sembrare che farsi crescere la barba sia un’operazione molto semplice e che richieda solamente un po’ di attesa, molti uomini faticano a raggiungere la lunghezza desiderata, altri sperimentano un grave diradamento e una barba che cresce a chiazze, altri ancora non hanno i peli abbastanza folti da raggiungere lo stile di barba desiderato.

La maggior parte degli uomini, una volta riscontrato uno di questi fastidiosi problemi, decide di gettare la spugna e di rinunciare per sempre al proprio nuovo look.

È anche vero, che la maggior parte delle persone non è a conoscenza di un prodotto veramente miracoloso e che ha delle proprietà quasi magiche per la crescita della barba.

Stiamo parlando dell’olio di ricino, uno dei prodotti che da sempre possiamo trovare sugli scaffali del supermercato, in farmacia o in erboristeria, ma che per molti anni nessuno ha utilizzato per il benessere e la cura di barba e capelli. Andiamo a vedere di cosa si tratta e come utilizzarlo per ottenere lo stile di barba che abbiamo sempre sognato.

Olio di ricino: cos’è?

OLIO DI RICINO BIOLOGICO

L’olio di ricino è un olio vegetale dai mille usi, che viene estratto dai semi della pianta del ricino e che ha proprietà benefiche in tantissimi diversi campi. Nel campo della cosmesi, quest’olio viene utilizzato per ridare forza alle unghie, ai capelli e anche alla barba.

Per questo motivo, potremo trovarlo tra gli ingredienti principali della maggior parte dei prodotti per il corpo con una formulazione principalmente naturale: facendoci caso e andando ad analizzare le etichette dei prodotti che abbiamo in bagno troveremo sicuramente l’olio di ricino nella maggior parte di essi.

Questo succede perché si tratta di un olio molto particolare e con delle proprietà davvero miracolose, soprattutto per quanto riguarda la cura della peluria di qualsiasi tipo. Si trattai infatti di una sostanza emolliente e condizionante, che ha fortissime proprietà idratanti, nutrienti ed ammorbidenti.

Nonostante l’odore e l’aspetto di quest’olio non siano particolarmente invitanti non bisogna assolutamente lasciarsi ingannare: anzi, al contrario, se dovessimo acquistare un olio di ricino con una profumazione piacevole e una colorazione particolarmente trasparente, il motivo potrebbe essere che non abbiamo acquistato un prodotto puro al 100%, ma leggermente modificato con altri ingredienti chimici.

Al momento dell’acquisto è quindi fondamentale verificare che il prodotto sia puro: in questo modo potremo godere di tutti i benefici da esso apportati.

Amazon Button

Olio di ricino: come usarlo sui capelli e sulla barba

Olio di ricino come usarlo sui capelli e sulla barba

L’olio di ricino ha anche delle proprietà estremamente importanti per la cute e in generale per la pelle: applicarlo settimanalmente avrà un’azione antimicotica e antibatterica, perfetta per contrastare infezioni della pelle come la dermatite.

Associato ad altri oli può anche avere un’azione idratante. Sui capelli, rappresenta una buona cura per chi presenta evidenti danni da calore o da eccessive tinture. Viene inoltre usato per ridurre e rallentare la caduta dei capelli negli uomini.

Ovviamente tutte queste proprietà valgono anche per la barba: come già detto, sono tantissimi gli uomini a riscontrare una crescita anormale, con una conseguente barba che cresce a chiazze.

Cosa significa questo? Ad alcune persone, la barba, seppure folta e forte, presenta comunque alcune zone del viso dove compaiono dei veri e propri buchi, o comunque dove è più facile vedere la pelle.

Allo stesso tempo, sono tantissime le persone a riscontrare una crescita molto lenta o una barba poco folta e debole.

È proprio in questi casi che l’olio di ricino rappresenta una vera e propria ancora di salvezza: applicandolo settimanalmente sulla barba, concentrandosi soprattutto sulle zone del viso più vuote per chi riscontra una crescita a chiazze, sarà molto semplice risolvere il problema e senza spendere cifre esorbitanti per prodotti da farmacia.

Allo stesso tempo, chi desidera ottenere una peluria più folta potrà applicarlo ogni settimana e iniziare a vedere risultati soddisfacenti in un tempo relativamente breve, che però potrà cambiare da persona a persona.

Conclusione

In conclusione, l’olio di ricino rappresenta un vero toccasana per la cura della barba, dei baffi e dei capelli che necessitano di un piccolo aiuto per crescere forti e in maniera uniforme. L’unica cosa che occorre è una buona dose di pazienza: non bisogna aspettarsi di vedere dei risultati sorprendenti dopo poche applicazioni, ma perseverare.

About Author /

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search