Come usare l’olio di ricino per la barba

L’olio di ricino viene estratto dall’omonima pianta, che nonostante sia originaria dell’Africa, è ormai diffusa in tutto il mondo, grazie al fatto che riesce ad adattarsi con facilità a climi diversi, ed è molto resistente.

L’olio che si estrae da questa pianta ha un aspetto inconsueto, infatti tende ad essere più denso rispetto agli altri olii naturali, ed è caratterizzato da un odore piuttosto forte e pungente.

I benefici apportati dall’utilizzo di questo prodotto sono molteplici, e diversi di questi possono essere applicati anche alla cura della barba e della pelle del viso, anche se bisogna subito sottolineare che non si tratta di un olio miracoloso che fa crescere la barba, come spesso viene affermato erroneamente in diversi articoli.

Tuttavia, non si può negare che l’uso di quest’olio naturale possa avere molti altri benefici, che andremo a descrivere in questo articolo.

Le proprietà e i benefici dell’olio di ricino

Le proprietà e i benefici dell’olio di ricino

L’olio di ricino viene utilizzato da moltissimo tempo e in moltissime culture grazie alle sue numerose proprietà, e anche se probabilmente il primo effetto che ci viene in mente se pensiamo a questo olio è quello lassativo, non è l’unico.

Infatti, l’olio di ricino è ricco di acido rinoleico, che svolge un’azione anti-infiammatoria, e sembra anche avere degli effetti benefici sulla pelle del viso, riducendo l’acne e mantenendola idratata.

Per quanto riguarda il suo uso specifico per la barba, abbiamo già smentito il fatto che la faccia crescere più velocemente, oppure che la renda più folta facendo scomparire le chiazze dove è più rada.

Tuttavia, un fondo di verità c’è, e si tratta del fatto che questo olio ha diversi benefici sulla barba e sulla pelle, mantenendola idratata e in salute, ed è sicuramente vero che una barba nutrita tende a crescere più folta e più resistente rispetto ad una barba che non viene curata.

È vero però che questo non è un effetto che si ottiene solamente con l’olio di ricino, ma anche con molti altri prodotti e olii naturali, come ad esempio l’olio di cocco.

Dunque, se lo scopo è quello di ottenere una barba che cresce meglio e più forte, è possibile utilizzare l’olio di ricino, ma ci sono anche molte altre alternative, e la cosa importante in generale è di mantenere sempre la barba curata ed idratata.

Come usare l’olio di ricino sulla barba

Come usare l’olio di ricino sulla barba

Per ottenere i benefici dell’olio di ricino sulla barba è necessario sapere come utilizzare questo prodotto, ma la cosa positiva è che non è poi così diverso dall’utilizzare qualsiasi altro tipo di olio da barba.

I passaggi da seguire sono quindi pochi e molto semplici, e nelle prossime righe vedremo di cosa si tratta.

Innanzitutto, bisognerà prelevare una piccola quantità d’olio, generalmente al massimo 5 gocce, per evitare che non si assorba e lasci la barba e la pelle unta, ma questa quantità può essere leggermente aumentata se si porta la barba particolarmente lunga.

Dopodiché, bisognerà strofinare l’olio tra i palmi delle mani per distribuirlo uniformemente e renderlo più fluido, per poi passare all’applicazione.

Per applicare l’olio sulla barba è consigliato partire dalla radice, e possibilmente dalla parte sotto la mandibola, per poi muoversi verso le punte, e facendo attenzione che l’olio raggiunga anche la pelle.

Dunque sarà necessario continuare a massaggiare l’olio sulla barba fino a che non si sono raggiunte tutte le sue zone e l’olio non è stato completamente distribuito sulle lunghezze ed è stato assorbito dalla pelle e dai peli.

Perché l’olio di ricino, o qualsiasi altro olio si decida di utilizzare per la propria barba, abbia degli effetti duraturi, va applicato abbastanza di frequente, anche ogni giorno, specialmente dopo aver lavato la barba con uno shampoo e un balsamo appositi, in modo da mantenerla sempre pulita ed idratata.

In questo modo, sarà possibile migliorare lo stato di salute della propria barba e notare come questo la faccia crescere meglio, più folta e più resistente, anche se come abbiamo detto è una conseguenza non direttamente dell’olio di ricino ma piuttosto dell’avere una cura meticolosa della propria barba e dell’uso di prodotti adatti.

About Author /

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search