Tagliare o modellare le basette uomo: come fare

Le basette sono dei particolari che hanno reso inconfondibile il look di moltissimi personaggi famosi, da Elvis Presley a John Lennon, fino a Hugh Jackman nei panni del supereroe Wolverine.

Chi decide di sfoggiare le basette si fa quindi portatore di uno stile unico e particolare, ma bisogna considerare che le basette possono essere modellate in diverse forme, ed è fondamentale scegliere quello più adatto alla forma del proprio viso, al taglio di capelli e allo stile di barba che vi si vuole accompagnare.

In questo articolo, andremo ad elencare alcune tra le forme di basette tra cui si può scegliere, e daremo anche dei consigli su come tagliarle e modellarle comodamente a casa propria.

Come scegliere le basette adatte al proprio viso

Come scegliere le basette adatte al proprio viso

Le basette possono essere tagliate e modellate in diverse forme, che oltre ad accompagnarsi a determinati tagli di capelli e forme del viso, richiedono anche una manutenzione più o meno semplice.

Da questo punto di vista, chi vuole una soluzione dalla gestione semplice e non troppo impegnativa, può optare per le classiche basette corte, che si abbinano sia ai capelli corti che ai capelli lunghi, oppure delle basette più lunghe o sottili, che anche in questo caso donano un aspetto semplice e formale, e sono particolarmente adatte a chi vuole allungare la forma del proprio viso, ma non ha una barba molto folta.

Chi invece vuole sfoggiare uno stile più eccentrico, non ha che l’imbarazzo della scelta, e può prendere spunto dalle sempre più numerose celebrità che portano basette dalle forme particolari e originali.

In questo caso, è sempre meglio farsi aiutare da un barbiere le prime volte, e tenere in considerazione che per mantenere questo genere di basette è necessario prendersene cura in modo molto attento e minuzioso, in modo da evitare che prendano un aspetto trasandato.

Anche chi porta i capelli rasati e la barba può arricchire il suo stile con delle basette sfumate, che vadano gradualmente ad aumentare come lunghezza man mano che ci si avvicina alla barba, in modo da dare continuità allo stile e non creare distacchi troppo netti.

Per quanto invece riguarda la forma del viso, possiamo dire che chi ha un viso dalla forma squadrata starà meglio con delle basette lunghe, che scendono sotto la linea delle orecchie, che andranno così ad ammorbidire i tratti, e lo stesso vale anche per chi ha un viso tondo, che con questo tipo di basette andrà ad allungare la forma del volto. Al contrario, per un viso ovale sono più adatte basette di media lunghezza, che non scendano al di sotto delle orecchie.

Come prendersi cura delle basette

Come prendersi cura delle basette

Così come la barba e i capelli, anche le basette dovranno essere rifinite con una certa cura, in modo che abbiano sempre la forma desiderata e non abbiano un aspetto trasandato.

Inoltre, non va dimenticato che anch’esse vanno lavate con uno shampoo specifico per la barba, ed è altrettanto importante mantenere idratati sia i peli che la pelle, in modo da evitare irritazioni e prurito.

Quando si va a pettinarle, invece, la direzione da seguire è verso il basso, e a seconda della tipologia dei peli e della cute è possibile anche utilizzare un olio da barba per mantenerle idratate.

Per dare la forma desiderata alle proprie basette, lo strumento migliore è un rasoio di sicurezza, quantomeno per definirne la forma in maniera precisa, soprattutto se si tratta di basette dalla forma particolare.

Per quanto riguarda la lunghezza, invece, è possibile utilizzare un regolabarba, che permette di poter scegliere la lunghezza precisa da dare ai peli ed ottenere in un solo passaggio un taglio uniforme.

Chiaramente, è essenziale che le basette siano simmetriche, e riuscire ad ottenere questo risultato può essere abbastanza complesso, soprattutto per chi non è abituato a portare questo stile.

Perciò, le prime volte è sempre consigliato farsi aiutare da un professionista, e poi, quando si passa a modellare le proprie basette da soli, lavorare contemporaneamente su entrambe, passando dall’una all’altra dopo poche mosse, che si dovranno replicare nel modo più simile possibile anche dall’altro lato del viso.

In questo modo, sarà più semplice riuscire a mantenere le basette simmetriche in ogni singolo passaggio, per ottenere un risultato uguale su entrambe.

About Author /

Leave a Comment

Your email address will not be published.

WC Captcha − 2 = 8

Start typing and press Enter to search