Come scegliere il rasoio migliore

Per avere una rasatura perfetta, ed evitare fastidiose irritazioni alla pelle del viso, è fondamentale scegliere il tipo di rasoio giusto in base alle caratteristiche della pelle e della barba.

In questo articolo andremo proprio a fare un confronto tra il rasoio elettrico e la classica lametta, in modo da riuscire a capire in quali casi è più adatto l’uno o l’altro.

Innanzitutto però, dobbiamo dire che la scelta del rasoio da utilizzare si deve basare sulla tipologia di pelle che abbiamo, ed essa può essere grassa, normale, secca, mista o sensibile.

In particolare, se abbiamo la pelle grassa o sensibile, è più consigliato optare per un rasoio elettrico, che andrà ad irritare meno la cute.

In ogni caso, la scelta del rasoio da utilizzare non si basa soltanto su questo fattore, ma ad esempio anche sulla durezza della barba, o su altri elementi e preferenze personali come il tempo che si vuole dedicare alla rasatura.

Andiamo ora a vedere quali sono le principali differenze tra il rasoio elettrico e la lametta, e in quali casi è più consigliato usare l’uno piuttosto che l’altro.

Il rasoio elettrico

Il rasoio elettrico

Il rasoio elettrico è adatto a tutti i tipi di pelle, ma è consigliato in modo particolare a chi ha la pelle sensibile e a chi tende a soffrire di acne o altri disturbi cutanei.

Tuttavia, bisogna subito dire che non si tratta di un rasoio adatto a barbe dure e folte, per le quali sarebbero necessarie più passate, con l’effetto di lasciare la pelle irritata ed arrossata.

Questo tipo di rasoio permette poi di avere una rasatura veloce, anche se possono essere comunque necessarie più passate, e attraverso delle testine apposite può anche fungere da regolabarba, ideale per chi non vuole radersi del tutto ma vuole tenere una barba più lunga e curata.

Il rasoio elettrico comunque richiede una manutenzione specifica, che può richiedere del tempo, ma che è necessaria affinché questo strumento operi nel modo corretto.

Ad esempio, la pulizia di un rasoio elettrico richiede più tempo rispetto alla pulizia della lametta, ma c’è la possibilità di acquistare un modello con base igienizzante, che permette di eliminare i batteri dalle lame e rendere più veloce la manutenzione, cosa che invece con la lametta non è possibile.

La lametta

La lametta

Come abbiamo detto, poiché la lametta va a radere più a fondo con una sola passata, risulta parecchio aggressiva sulle pelli sensibili e grasse, per cui ne è sconsigliato l’uso. È invece lo strumento adatto se si deve radere una barba dura e folta, anche se riesce ad essere efficace per tutti i tipi di barba.

Inoltre, la lametta essendo piccola e leggera è molto maneggevole, rendendo la rasatura semplice, rapida e precisa, anche se normalmente viene utilizzata solamente per radere a zero, a differenza del rasoio elettrico che può essere utilizzato anche per accorciare o regolare una barba più lunga.

Trattandosi di uno strumento che taglia in modo piuttosto aggressivo, la lametta non deve mai essere usata a secco, ma sempre con una schiuma da barba, e dopo la rasatura è consigliato l’uso di un dopobarba, per evitare irritazioni ed arrossamenti.

Oltre a questo, va considerato che con una lametta è più facile tagliarsi, dunque sebbene sia più maneggevole e leggera rispetto ad un rasoio elettrico, è necessario pare particolarmente attenzione nei movimenti per non ferirsi.

La manutenzione di una lametta è estremamente semplice, ma bisogna fare attenzione al fatto che le lame devono essere sempre ben affilate, in modo che vadano a tagliare i peli con precisione e senza strapparli.

Infine, per chi viaggia spesso, bisogna tenere in conto che la lametta non può essere portata in aereo nel bagaglio a mano, anche se in generale sono molto pratiche da inserire in una borsa da viaggio grazie alle dimensioni ridotte.

Il rasoio elettrico invece può anche essere dotato di un’apposita custodia da viaggio, e può essere tranquillamente portato in aereo, anche se chiaramente le sue dimensioni sono maggiori rispetto a quelle di una semplice lametta.

About Author /

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search